Area News

Tematiche trattate LEGALI - FISCALI - PSICOLOGICHE


Cassazione, è reato di sostituzione di persona aprire caselle email a nome di altri

2/27/2016 Sentenze
Cassazione, è reato di sostituzione di persona aprire caselle email a nome di altri

La Cassazione è chiara dunque nell’affermare che il reato di sostituzione di persona risulta integrato dalla condotta dell’agente, che si attribuisce false generalità per conseguirne un vantaggio e peraltro procurando un danno alla persona offesa.  “Rientra nel reato di sostituzione di persona, la condotta di colui che crei e utilizzi un account di posta elettronica, attribuendosi falsamente le generalità di un diverso soggetto, inducendo in errore gli utenti della rete internet, nei confronti dei quali le false generalità siano declinate e con il fine di arrecare danno al soggetto le cui generalità siano state abusivamente spese”, sancisce dunque la Suprema Corte.Il ricorrente si era difeso affermando di avere utilizzato i dati anagrafici della vittima solo per iscriversi al sito di aste on-line, partecipando poi alle stesse con un nome di fantasia.Nel caso di specie, il furbetto, un quarantenne romano, si era addirittura spacciato per una donna, probabilmente anche di sua conoscenza, la quale all’improvviso si era ritrovata assediata dai creditori e sommersa da lettere di messa in mora e di intimazione di pagamenti a causa degli acquisti effettuati dal reo e mai pagati.Il “nickname”, ovvero lo pseudonimo, non è sufficiente infatti a eludere la responsabilità penale: se è vero che per partecipare alle aste on-line in rete è legittimo oltre che consuetudine avvalersi di uno pseudonimo, è altrettanto vero però che è obbligatoria la registrazione delle vere generalità di chi prende parte all’asta, affinché si possano avere transazioni sicure, corrette e trasparenti. “La partecipazione ad aste online con l’uso di uno pseudonimo presuppone necessariamente che a tale pseudonimo corrisponda una reale identità, accertabile on line da parte di tutti i soggetto con i quali vengono concluse le compravendite”, precisa la Suprema Corte.Un giochetto semplice ma, almeno questa volta, piuttosto caro per il furbetto della rete, condannato a una pena pecuniaria di 1.140 euro.Lo precisa la terza sezione penale della Cassazione, con sentenza 12479/2012, pubblicata il 3 aprile.Commette il reato di sostituzione di persona chi apre e registra un account di posta elettronica a nome di un’altra persona, ignara e realmente esistente, per poter partecipare alle aste online e far ricadere così sull’inconsapevole intestatario le conseguenze dell’inadempimento nelle obbligazioni di pagamento relative all’acquisto dei beni comprati in rete.

Testo integrale della sentenza

http://www.leggioggi.it/wp-content/uploads/2012/04/cassazione_account_falsi-1.pdf


Altre Notizie


La nuova clausola di inadempimento
2/28/2016
News Legali


Parificazione tra figli naturali e figli legittimi
2/27/2016
News Legali


Modifiche Codice Deontologico
2/27/2016
News Legali


La famiglia di fatto
2/26/2016
News Legali


IL NUOVO MODO PER SEPARARSI
3/23/2016
News Legali


IL P.S.R. SICILIA 2014-2020 GIOVANI IN AGRICOLTURA
3/30/2016
News Legali


Palermo, Ztl congelata dal Tar fino al 6 aprile. Il Comune fissa l'avvio al 15 aprile
4/30/2016
News Legali


Decreto ingiuntivo
3/31/2016
News Legali


Esenzione bollo certificati anagrafici
4/20/2016
News Legali


E' punibile ex art. 388 c.p. chi Impedisce all'altro genitore di vedere i figli
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: il clima conflittuale tra coniugi non esclude lo stalking
2/27/2016
Sentenze


Cassazione, è reato di sostituzione di persona aprire caselle email a nome di altri
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: la responsabilità dei genitori è quasi oggettiva ma è deterrente per chi trascura l'educazione dei figli
2/27/2016
Sentenze


Anche se l’ex moglie è benestante può avere diritto all’assegno divorzile
2/27/2016
Sentenze


Bye bye mantenimento ... se il convivente lavora
2/27/2016
Sentenze


Sul riconoscimento dei figli naturali. Aspetti generali- rapporti patrimoniali attribuzione cognome
2/27/2016
Sentenze


Stop al mantenimento del coniuge che si è creato una nuova famiglia
2/27/2016
Sentenze


Sì all’assegno divorzile anche se l’ex coniuge ha un proprio reddito
2/27/2016
Sentenze


Concede la casa in comodato al figlio e a sua moglie: la suocera non può recedere
2/27/2016
Sentenze


Il ritardo nel riconoscimento del figlio naturale non cancella gli obblighi del padre
2/27/2016
Sentenze


Telefono, parrucchiere ed estetista per la figlia: a che titolo il padre deve rimborsarne i costi?
2/27/2016
Sentenze


QUANDO UN GENITORE METTE IL FIGLIO CONTRO L'ALTRO GENITORE
2/27/2016
Sentenze


Firma falsa su un assegno? La banca deve risarcire
2/27/2016
Sentenze


Scatta l'addebito della separazione sulla base delle testimonianze rese dai figli
2/27/2016
Sentenze


ASSEGNO DI MANTENIMENTO OBBLIGATORIO ANCHE SE L’EX EREDITA UN PATRIMONIO IMMOBILIARE
2/27/2016
Sentenze


All'utilizzatore del bene concesso in leasing sono riconosciute tutte le azioni del proprietario
2/27/2016
Sentenze


Quota del coniuge in comunione dei beni: va rigettata l'istanza di vendita avanzata dal creditore
2/27/2016
Sentenze


Legittima l'installazione di pensiline se non danneggia le esigenze dei singoli condomini
2/27/2016
Sentenze


Possibile la revoca dell'adozione dopo la separazione
2/27/2016
Sentenze


Il motociclista cade perché la strada è piena di fango e detriti: responsabile l'Anas
2/27/2016
Sentenze


Quando un genitore mette il figlio contro l’altro genitore
2/27/2016
Sentenze


Il diritto al mantenimento del figlio può risorgere? “Sì, se viene meno l’indipendenza economica… e
2/27/2016
Sentenze


Mamma e nonno iperprotettivi, scatta il reato di maltrattamenti nei confronti del minore
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: commette reato uomo che costringe convivente a praticare sesso spinto
2/27/2016
Sentenze


Giudice di Pace: le informazioni del servizio "SOS ricarica" violano il Codice del Consumo
2/27/2016
Sentenze


Violato l'affido condiviso, ma il giudice concorda: nel dubbio prevale la tutela del minore
2/27/2016
Sentenze


Il coniuge affidatario che mette il figlio contro l’altro genitore rischia una condanna
2/27/2016
Sentenze


L'affidamento congiunto dei figli
2/27/2016
Sentenze


Confermato il sequestro preventivo dell'articolo online asseritamente diffamatorio
2/27/2016
Sentenze


Le immissioni possono essere illecite anche se rientrano nelle soglie di legge
2/27/2016
Sentenze