Area News

Tematiche trattate LEGALI - FISCALI - PSICOLOGICHE


Cassazione: il clima conflittuale tra coniugi non esclude lo stalking

2/27/2016 Sentenze
Cassazione: il clima conflittuale tra coniugi non esclude lo stalking

l caso sottoposto al vaglio della Corte di cassazione, III Sezione Penale, e deciso con lasentenza n. 6384 del 11/02/2014 verte in materia di stalking in ambito familiare, e più in particolare la vicenda giudiziaria riguarda una donna che denuncia per stalking il marito, dal quale è separata, dopo essere stata oggetto di telefonate, pedinamenti, minacce, danneggiamenti, in un crescendo di comportamenti intimidatori che hanno ingenerato in lei uno stato persistente di ansia e timore.

Richiesta a carico dell'uomo la misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex moglie, il GIP, prima, e il Tribunale, in sede di appello, poi, respingono l'istanza del P.M., in quanto – si legge nella motivazione del Tribunale – dall'istruttoria è emerso che “il notevole flusso telefonico dal marito alla moglie (sicuramente dal contenuto minaccioso) non era univocamente sintomatico di una condotta assillante tale da ingenerare il menzionato stato psichico, perchè, come accertato dalla PG, risultavano anche molte telefonatein uscita dalla moglie al marito” Il Tribunale, pur ritenendo la donna attendibile, ha però collegato i ripetuti tentativi di contattare la moglie anche con espressioni minacciose e ingiuriose in un contesto conflittuale tra ex coniugi e ha ritenuto quindi sussistere a carico del marito i reati  di ingiuria, minaccia e molestia, per i quali non è ammessa la misura cautelare.

Proposto ricorso per Cassazione, la Suprema Corte, nell'accogliere il ricorso del P.M., nel delineare il reato di “stalking”,  precisa che trattasi di un “reato che prevede eventi alternativi, la realizzazione di ciascuno dei quali è idonea ad integrarlo; pertanto, ai fini della sua configurazione non è essenziale il mutamento delle abitudini di vita della persona offesa, essendo sufficiente che la condotta incriminata abbia indotto nella vittima uno stato di ansia e di timore per la propria incolumità”.

La circostanza – prosegue la Corte - che vi siano state delle chiamate telefoniche da parte della donna all'ex marito, riconducibili ad un contesto familiare conflittuale originato dalla crisi della coppia, come nel caso di specie, non esclude affatto la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza del reato in questione, ma anzi assume una rilevanza particolare, visto che l'art. 612 bis, al comma 2, prevede addirittura come aggravante l'esistenza di rapporti di coniugio o di pregressi rapporti affettivi tra le parti.

Da qui discende l'annullamento del provvedimento impugnato con rinvio ad altro  giudice, che dovrà valutare  in merito alla sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza e, in caso positivo, sull'esistenza delle esigenze cautelari.

 


Altre Notizie


La nuova clausola di inadempimento
2/28/2016
News Legali


Parificazione tra figli naturali e figli legittimi
2/27/2016
News Legali


Modifiche Codice Deontologico
2/27/2016
News Legali


La famiglia di fatto
2/26/2016
News Legali


IL NUOVO MODO PER SEPARARSI
3/23/2016
News Legali


IL P.S.R. SICILIA 2014-2020 GIOVANI IN AGRICOLTURA
3/30/2016
News Legali


Palermo, Ztl congelata dal Tar fino al 6 aprile. Il Comune fissa l'avvio al 15 aprile
4/30/2016
News Legali


Decreto ingiuntivo
3/31/2016
News Legali


Esenzione bollo certificati anagrafici
4/20/2016
News Legali


E' punibile ex art. 388 c.p. chi Impedisce all'altro genitore di vedere i figli
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: il clima conflittuale tra coniugi non esclude lo stalking
2/27/2016
Sentenze


Cassazione, è reato di sostituzione di persona aprire caselle email a nome di altri
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: la responsabilità dei genitori è quasi oggettiva ma è deterrente per chi trascura l'educazione dei figli
2/27/2016
Sentenze


Anche se l’ex moglie è benestante può avere diritto all’assegno divorzile
2/27/2016
Sentenze


Bye bye mantenimento ... se il convivente lavora
2/27/2016
Sentenze


Sul riconoscimento dei figli naturali. Aspetti generali- rapporti patrimoniali attribuzione cognome
2/27/2016
Sentenze


Stop al mantenimento del coniuge che si è creato una nuova famiglia
2/27/2016
Sentenze


Sì all’assegno divorzile anche se l’ex coniuge ha un proprio reddito
2/27/2016
Sentenze


Concede la casa in comodato al figlio e a sua moglie: la suocera non può recedere
2/27/2016
Sentenze


Il ritardo nel riconoscimento del figlio naturale non cancella gli obblighi del padre
2/27/2016
Sentenze


Telefono, parrucchiere ed estetista per la figlia: a che titolo il padre deve rimborsarne i costi?
2/27/2016
Sentenze


QUANDO UN GENITORE METTE IL FIGLIO CONTRO L'ALTRO GENITORE
2/27/2016
Sentenze


Firma falsa su un assegno? La banca deve risarcire
2/27/2016
Sentenze


Scatta l'addebito della separazione sulla base delle testimonianze rese dai figli
2/27/2016
Sentenze


ASSEGNO DI MANTENIMENTO OBBLIGATORIO ANCHE SE L’EX EREDITA UN PATRIMONIO IMMOBILIARE
2/27/2016
Sentenze


All'utilizzatore del bene concesso in leasing sono riconosciute tutte le azioni del proprietario
2/27/2016
Sentenze


Quota del coniuge in comunione dei beni: va rigettata l'istanza di vendita avanzata dal creditore
2/27/2016
Sentenze


Legittima l'installazione di pensiline se non danneggia le esigenze dei singoli condomini
2/27/2016
Sentenze


Possibile la revoca dell'adozione dopo la separazione
2/27/2016
Sentenze


Il motociclista cade perché la strada è piena di fango e detriti: responsabile l'Anas
2/27/2016
Sentenze


Quando un genitore mette il figlio contro l’altro genitore
2/27/2016
Sentenze


Il diritto al mantenimento del figlio può risorgere? “Sì, se viene meno l’indipendenza economica… e
2/27/2016
Sentenze


Mamma e nonno iperprotettivi, scatta il reato di maltrattamenti nei confronti del minore
2/27/2016
Sentenze


Cassazione: commette reato uomo che costringe convivente a praticare sesso spinto
2/27/2016
Sentenze


Giudice di Pace: le informazioni del servizio "SOS ricarica" violano il Codice del Consumo
2/27/2016
Sentenze


Violato l'affido condiviso, ma il giudice concorda: nel dubbio prevale la tutela del minore
2/27/2016
Sentenze


Il coniuge affidatario che mette il figlio contro l’altro genitore rischia una condanna
2/27/2016
Sentenze


L'affidamento congiunto dei figli
2/27/2016
Sentenze


Confermato il sequestro preventivo dell'articolo online asseritamente diffamatorio
2/27/2016
Sentenze


Le immissioni possono essere illecite anche se rientrano nelle soglie di legge
2/27/2016
Sentenze